Home » Proposte » Musica / arte » In alto i cuori (parte prima)

Anni di croci e crimini che svolazzano su libri e giornali, momenti di speranza, preghiera, canto, che si tingono di umanità. Non esiste solo l’indifferenza; con la crisi, rimangono vivi anche I cuori. E questo pare essere il percorso di questo splendido album di canzoni di Massimo Bubola, veronese, vero e proprio “maestro di bottega”. Ciò che in particolare mi ha colpito, tra le righe di questi ascolti, non è la tematica che viene tratteggiata, che non può essere addotta come unico metro di giudizio di qualsiasi canzone oggi (ovvero: di cosa parla la canzone). Ma l’approccio, le modalità, con le quali Massimo è riuscito a dipingere, in piccoli quadri, spaccati di realtà, quotidiani episodi, ritratti di una condizione che si ripete “ab origine”. Emerge, in una parola, Bellezza. Massimo ci dice: siamo al capolinea dei sogni, le grandi utopie “positive” si stanno smorzando, vuote ormai agli occhi della persone; ma non serve autocommiserarsi; non tutto è vano. Resiste come roccia in fondo ai cuori, l’intima necessità di sperare in qualcosa che l’uomo non può raggiungere da solo. Bubola ci ricorda che si deve cantare e portare la croce, imparare a stare ai suoi piedi, perchè I figli ritrovino la pace; seguire I passi di quelle lacrime che scendono dalle montagne per depositarsi fin dentro una scodella di latte caldo; dire una preghiera per quel bambino, ucciso tra le braccia del padre a Torpignattara, che non può non costringerci a praticare Pietà (quante Madonne nella storia dell’arte, sul punto di svenire dal dolore ai piedi della croce ci ricordano questo?). O ricordare che viviamo a pane e speranza, anche quando l’anima sembra spenta, e resta accesa nelle nostre case solo la TV. In alto I cuori, allora, perchè sappiano ridere e piangere, per poi ridere di più.

Buon ascolto. Zeno

 

P.s: “In alto I cuori” è la traduzione di “Sursum Corda”, espressione latina appartenente a un passo dell’antica liturgia cristiana, e tramandata fino al rito sacro odierno

In Alto I Cuori, 2013 Ed. Eccher Music Massimo Bubola

Tracce:
1) Hanno sparato a un angelo
2) Un Paese finto
3) Cantare e portare la croce
4) Al capolinea dei sogni
5) Lacrime parallele
6) Analogico – Digitale
7) A morte I tiranni
8) Tasse sui sogni
9) Una canzone che mi spacca il cuore
10) Ridammi indietro
11) In alto I cuori